Finiture


Spuntatura

La spuntatura è una lavorazione manuale che si ottiene martellando la superficie lapidea con uno strumento appuntito. Il risultato finale è dato da un effetto in rilievo molto evidente e da un aspetto cromatico di contrasto.

Spazzolatura

La spazzolatura si ottiene con apposite spazzole abrasive montate nella linea di levigatura; essa conferisce un aspetto a buccia d’arancia con una tessitura lievemente ondulata, che ricorda l’effetto seta.



Fiammatura

La fiammatura è un processo termico ottenibile usando ossigeno e gas (propano o equivalenti). La fiamma agisce investendo ad alta temperatura (2500-3000°C) le superfici da trattare, le quali subiscono uno schock termico a circa 600°C; questo, combinato ad un immediato raffreddamento ad acqua della superficie, provoca un fenomeno di dilatazione e quindi spacco termico del quarzo o del silicio.
La tessitura superficiale apparirà scabra e in rilievo, facendo risaltare così la struttura e il colore del materiale.
Poiché tale processo di vetrificazione aumenta la resistenza alle aggressioni atmosferiche e all’erosione, la fiammatura è particolarmente indicata per i rivestimenti esterni, ma deve essere utilizzata con sapienza solo sui marmi che resistono a forti sbalzi termici.